Seminare per forse raccogliere – criptovalute

Per proseguire con la nostra rubrica e fare un piccolo riassunto delle puntate precedenti, ribadiamo la regola del 50-20-30 di Elizabeth Warren, che ci consiglia di allocare le nostre entrate mensili nel seguente modo:

  • Il 50% del reddito dedicato alle spese essenziali, tutto quello che ci occorre per vivere (affitto, cibo, trasporto e così via;)
  • Il 20% dovrebbe essere risparmiato sotto forma di liquidità e investimenti;
  • Il restante 30% deve essere destinato alle spese discrezionali. (Per i nostri divertimenti, passioni ed altre spese non strettamente necessarie, ma che in qualche modo ci fanno vivere meglio.

dopo aver visto nei precedenti articoli come gestire il 20% dei risparmi in liquidità e investimenti, proseguiamo nella ricerca di piccole attività ed investimenti che possiamo avviare per amplificare la liquidità a nostra disposizione per le spese discrezionali.

Lo so, avete già sentito parlare in giro di Criptovalute e ci sono tante pubblicità e guru che vi dicono che si fanno un sacco di soldi, quindi non vorreste essere fuori dal giro.

Ma cosa sono le criptovalute?

Le criptovalute sono delle monete virtuali che non rientrano sotto il controllo dei governi e degli istituti finanziari. Sono note quindi per essere una alternativa alle forme di pagamento tradizionali. Alla base delle criptovalute ci sono differenti tecnologie e tecniche (blockchain) che rendono ogni singola criptovaluta unica e molto difficilmente replicabile, per cui ognuna di esse è unica ed è rappresentata da una chiave numerica molto complessa. Chi possiede queste chiavi è anche il possessore della ricchezza che rappresentano, un po’ come per il denaro contante. Avere quindi un portafoglio di criptovalute vuol dire avere un portafoglio digitale dove collezioniamo queste chiavi, per questo è molto facile rubarle e spesso si sente parlare di furti da parte degli hackers.

Come ogni altra valuta le criptovalute hanno delle oscillazioni di prezzo, per questo è possibile comprarle e rivenderle a differenti prezzi e quindi fare trading sulle stesse.

Come si fanno i soldi con le criptovalute?

La maggior parte delle Criptovalute ha avuto un’esplosione del prezzo che ha arricchito non poche persone. Ma come? Beh, Quelli che si sono arricchiti veramente spesso sono quelli che avevano investito anni fa e, in alcuni casi, addirittura dimenticato di averlo fatto. In questo modo quelli che un tempo erano pochi spiccioli, dopo qualche anno, sono diventati migliaia/milioni di euro.

All’inizio di gennaio 2018 questa tendenza di crescita esponenziale si è arrestata e c’è stato un forte calo, per poi iniziare un periodo “altalenante”. In questo nuovo periodo non sono pochi quelli che pensavano di arricchirsi con investimenti di pochi giorni, ma hanno perso invece ingenti somme di denaro.

Il tema è complesso e fa riferimento a tante questioni che vanno dalla tecnologia alla politica. Per me è troppo rischioso investire in queste attività e su questi temi ho seguito un semplice approccio: voglio esserci, ma non voglio farmi male!

Le criptovalute più capitalizzate, sono bitcoin, bitcoin cash, ethereum, litecoin, ripple e stellar. ce ne sono ovviamente tantissime, ma vediamo nel prossimo paragrafo l’approccio che personalmente ho utilizzato per entrarne in possesso ed investire.

Come comprarle e che approccio usare?

Esistono tante piattaforme che vi fanno da portafoglio virtuale di Criptovalute o vi permettono di acquistarne sotto forma di CFD, che senza farla troppo lunga, sono degli strumenti finanziari che ne replicano l’andamento del prezzo.

Il mio consiglio, se proprio non volete restare senza Criptovalute, è comprare una piccola cifra di tutte quelle acquistabili, io ad esempio ho investito poche centinaia di euro suddividendoli tra tutte le più diffuse, con la consapevolezza che potrei perdere tutto.

Se dovesse tornare il periodo di vacche grasse e dovesse ricominciare una crescita esponenziale sarò lì, senza rimorsi, ma senza rischio e senza paura. In pura sostanza, come per ogni cosa rischiosissima, investi solo quel che puoi permetterti di perdere completamente.

Le piattaforme che oggi uso per acquistare criptovalute sono essenzialmente due e le utilizzo in modo complementare:

COIN BASE

Coinbase è un exchange di criptovalute con sede a San Francisco, in California ed è con molta probabilità il miglior portafoglio di Bitcoin attualmente esistente. Con una vasta scelta di criptovalute servite.

Una volta aperto e verificato il conto (inviando i propri documenti seguendo tutto il percorso guidato di iscrizione) sarà possibile inviare denaro sulla piattaforma da convertire poi in criptovalute. I metodi di pagamento accettati sono sia il bonifico che la carta di credito.

Allo stesso modo, una volta verificato il proprio conto bancario, sarà molto semplice riconvertire la criptovalute in euro e prelevarli dalla piattaforma (vi arriva un bonifico sul conto). Ho potuto constatare che il pagamento è molto veloce e viene applicata solo una piccolissima commissione di pochi centesimi.

Se siete interessati ad aprire il vostro portafoglio virtuale, iscrivendovi a partire da questo link riceverete 9.22 euro in bitcoin acquistando almeno 92,20 € di valute sulla piattaforma. Iscrivendovi in questo modo anche io riceverò il bonus, quindi nel caso vi ringrazio.

Personalmente acquisto su Coinbase tutte le criptovalute servite, dato che si possono investire anche pochi centesimi per posizione, mentre poi in modo complementare ne compro altre sulla piattaforma che vi riporto di seguito, dove invece si devono fare investimenti minimi di  30 dollari (nel momento in cui leggete, l’ammontare potrebbe essere leggermente variato).

Etoro

Etoro è una piattaforma dove è possibile fare social trading. In buona sostanza oltre a poter comprare tutta una serie di strumenti, potete decidere di seguire degli altri investitori. Io ad esempio sono l’utente “mbrosca”, se decideste di seguirmi il sistema replicherebbe per voi il mio portafoglio in proporzione al denaro che decidereste di investire su si me. Allo stesso modo, nel caso io aprissi una nuova posizione o ne vendessi una posseduta, sempre in proporzione, la stessa cosa accadrebbe al vostro portafoglio.

Un altro metodo per investire in criptovalute potrebbe infatti essere quello di seguire un utente che si dedica prettamente a questo mercato, ma su Etoro potreste fare questo ragionamento per qualunque cosa, andando a cercare l’utente che meglio risponde alle vostre esigenze e che mostra di avere il comportamento e le performance che più vi piacciono. E’ possibile infatti vedere la scheda degli utenti pubblici con tutte le loro informazioni. Io non dedico molto tempo a questa piattaforma, come infatti vi sto raccontando 🙂 ma se volete, potete dare un’occhiata al mio profilo.

Altra cosa molto interessante di Etoro è che potete aprire un account demo e divertirvi a fare esperienza di trading con soldi finti anche su azioni. Se volete cimentarvi nelle letture dei grafici e testare vostre tecniche di trading in modalità demo, vi consiglio questo libro molto economico scritto da me. Il libro è un concentrato di nozioni, concetti, tecniche e consigli pratici su come approcciare il trading.

Il mio obiettivo, da investitore e non da consulente, è di portarvi la mia esperienza per darvi qualche spunto per orientarvi nella gestione del risparmio.

Ovviamente i miei non sono dei consigli finanziari e non siete tenuti a seguirli. Vi posso dire però che poter ascoltare l’esperienza di una persona che ha già avuto a che fare con i vostri dubbi e si è trovato nella vostra situazione potrà sicuramente darvi un punto di vista chiaro e permettervi di perdere meno tempo e denaro possibile con tentativi inutili e deleteri. Non posso che augurarvi serenità e prosperità, sperando di essere stato gradito con la condivisione della mia esperienza, invitandovi a seguire questa rubrica per ricevere tanti altri consigli su risparmi, investimenti e gestione del denaro.