C’era una volta una storia, anche se non c’è!

C’era una volta una storia, anche se non c’è!

 

Somministrare con musica di sottofondo consigliata:

 

 

C'era una volta una storiaC’era una volta una storia. Come tutte le storie anche questa iniziò con il “C’era una volta…” ma quel giorno le parole non vollero continuarla. Lo scrittore pensava, meditava e le cercava ma non riusciva proprio a trovarle. Le aveva lasciate forse nel cassetto o nel portafogli? Le aveva lasciate di certo nel cappotto! Andò a controllare e tornò, ma il foglio era ancora fermo lì e c’era scritto solo “C’era una volta…”, il resto era bianco, ma di un bianco candido che ricordava le lenzuola stese al sole, d’estate. Un bianco caldo e splendente che emanava quasi una luce propria, sulla sua scrivania.

Non si sapeva di che storia si trattasse, ma solo che quella storia voleva raccontarsi a tutti i costi. Chi era il personaggio principale? Cosa avrebbe fatto nel corso della storia? Nessuno lo sa! Una cosa però era certa, una volta la storia c’era.

Passò da quelle parti il gatto e lo scrittore lo guardò, aveva i baffi lunghissimi ed un musetto rosso che lo rendevano buffo. Faceva le fusa, forse era alla ricerca di attenzioni. Lo scrittore lo guardò e gli accarezzo il collo, il gatto si godette le carezze e poi saltò sulla poltrona. Era forse il gatto il personaggio della storia? Può essere, ma le parole? Non arrivavano le parole.

Allora lo scrittore chiuse gli occhi e pensò forte alla sua storia, dietro le palpebre era tutto nero. Provò a mettere della musica, provò a leggere dei libri alla ricerca di ispirazione, provò addirittura a dormire, per sognarne una da raccontare, ma i sogni non arrivarono.

Quando ebbe riposato aprì gli occhi e guardò ancora una volta quel foglio bianco. Se li strofinò con i pugni chiusi… non ci credeva! C’era scritto qualcosa:

 

“C’era una volta una storia che non nacque mai, ma che visse nella speranza e nella mente di chi l’aveva sognata. Quel fiore non ebbe modo di sbocciare perchè il freddo ne bruciò i petali quando era ancora un bocciolo. C’era una volta però, e quella volta fu speciale. Per questo c’è una storia, anche se non c’è.”

Lucariello

 

 

cropped-Front-Cover-I-Miei-occhi-nuovi.jpg

Visita anche la mia pagina facebook